Nel caso di dolore assumete l’antidolorifico che usate di solito (Neofen forte, Ketonal, Voltaren), ma no Andol o Aspirin perché prolungano il sanguinamento.


Evitate di risciacquare la bocca. I denti vanno lavati normalmente. Domani, se non c’è il sanguinamento, ogni quattro ore sciacquate il cavo orale con tè di salvia.


Il sanguinamento minimo si può aspettare due o tre giorni dopo l’intervento. Nel caso di forte o prolungato sanguinamento contattate subito il dentista. Se non siete in grado di farlo potete piegare un pezzo di garza sterile e metterlo sul sito sanguinante. Mordete sopra il sito e stringete delicatamente per mezz’ora. Ripetete il procedimento più volte.


Non è raro né pericoloso un gonfiore post-intervento. Per ridurrlo mettete nel corso di prime 12 ore di post-intervento una borsa del ghiaccio sul viso dolente o degli impacchi freddi in serie di 20 minuti con pause di 10 minuti.


Si può mangiare cibo normale ma il primo giorno si consiglia di assumere cibi liquidi. Si dovrebbero evitare bevande calde. Non sciegliete cibi granulati che possono accumularsi nella ferita.


Se è un fumatore, non deve fumare per 3-4 ore dopo l’intervento chirurgico e durante il sanguinamento.


I punti togliete 7 giorni dopo l’intervento. Non esitate di chiamare se avete bisogno di qualcosa.


Dopo l’inserimento degli impianti dentali, oltre curare l’igiene orale è molto importante fare le visite di controllo almeno 2 o 3 volte all’anno.

È necessario avere la cura per i vostri impianti nello stesso modo vi preoccupate per i vostri denti naturali. Il placco e le batterie formate intorno agli impianti possono provocare un’infiammazione chiamata peri-implantitis. È importante pulire tutti i giorni tutte le superfici al di sopra e al di sotto del margine gengivale.